Conchiglie al pesto di fave

I mesi di maggio e giugno vedono gli orti colorarsi del verde dei baccelli di fave. Lo sapevate che sono tra i legumi più digeribili? Secondi solo ai fagiolini. Le fabae sono presenti sulle tavole europee fin dall’antichità e in particolare erano molto apprezzate dai Romani, tanto che Apicio, famoso gastronomo del I secolo, le cita nelle preparazioni delle sue ricette. Ripensando a questi antichi sapori, vi proponiamo una ricetta per trasformarle in un pesto…fabesco!

confettura-marmellata-zucca-mandorle-carota

Ingredienti

  • Aglio (1 stelo fresco, in alternativa 1 spicchio)

  • Pasta formato conchiglie (400 g)

  • Pecorino grattugiato (100g)

  • Panna fresca (100 ml)

  • Piselli freschi (1 pugno)

  • Sale e olio EVO (q.b.)

Premessa

SLa primavera porta tante bontà. E accanto alle fave quest’anno abbiamo trovato anche una compagnia speciale: Azdoretta, blogger e cuoca di rara passione! Quando la stagionalità incontra i sapori di Romagna c’è sempre da aspettarsi qualcosa di buono! E con questa sua ricetta che ospitiamo qui continuiamo questo gustosissimo assaggio!

Preparazione

  • Usiamo le fave crude di giornata, altrimenti sbollentiamole 5 minuti
  • Frulliamo fave, pecorino, panna e aglio fino ad ottenere una crema, sarà il nostro pesto
  • Cuociamo le conchiglie in abbondante acqua salata assieme ai piselli freschi (se gradito)
  • Scoliamo pasta al dente e piselli e condiamo con il pesto lasciando un poco di acqua di cottura
  • Servire subito!

La nostra playlist per la ricetta

COSA BOLLE IN PENTOLA STASERA?

Commenti

commenti