Cece

Disponibile (secco) in tutti i mesi dell’anno

GEN FEBMARAPRMAGGIU LUGAGOSETOTTNOVDIC

[čé-če]

Cicer arietinum

(famiglia Legumi)

Per la regolazione intestinale

Per la gestione del colesterolo

cece-900x500

Storia e curiosità

Ritenuto un cibo povero in tempi remoti (dato dagli antichi Egizi agli schiavi), furono gli antichi Romani a diffondere la coltivazione e l’uso in cucina dei ceci, molto apprezzati già allora se fritti in olio di oliva. Ancora oggi i ceci sono molto presenti negli orti e nelle cucine su tutte le sponde del Mediterraneo, con una tradizione culinaria che li esalta dal Medio Oriente (humus e felafel) fino alla nostra penisola (farinata).

Aspetti nutrizionali

Come gli altri legumi, i ceci sono ricchi di proteine, fibre e sali minerali (in questo caso calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, sodio). A differenza degli altri, però, i ceci sono più calorici, con circa il 6% di grassi contro l’1-2% di piselli, lenticchie e fagioli. I ceci contengono anche quantità di acido linoleico, cui sono attribuite proprietà di regolazione del metabolismo del colesterolo.

17

Fibre (g) per 100 g

cece-3
19

Proteine (g) per 100g

Varietà

Due sono le grandi varietà nel mondo, kabuli e desi. La prima (di colore più chiaro) è la più diffusa in Europa mentre la seconda (con sfumature di colore fino al nero) è coltivata principalmente in Asia.

In cucina

I ceci non si consumano freschi; una volta raccolti, sono necessarie alcune settimane di attesa per lasciar seccare i ceci. Ai fornelli avrai bisogno di un po’ di pazienza perché i ceci richiedono una cottura piuttosto lunga, sempre dopo una notte in ammollo (qualora non siano già precotti).

  • Falafel al forno

    Di stagione a: Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio...

  • Ceci croccanti

    Di stagione a: Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio...

In orto

La pianta dei ceci non resiste molto bene al freddo (a differenza ad esempio della fava) ed è quindi una buona idea attendere la fine inverno per la semina. I ceci sono raccolti così nei mesi estivi e poi essiccati, in genere per il consumo invernale.
Le lunghe e forti radici rendono la pianta del cece molto resistente all’aridità ma di difficile coltivazione in un orto urbano, ad esempio sul balcone. Non convivendo bene con una umidità eccessiva, la pianta preferisce un terreno leggero purché profondo, e non argilloso (altrimenti soggetto a ristagni d’acqua).

Curarsi con il cece è possibile?

Curarsi con il cece è possibile?

I ceci sono preziosi alleati contro i malanni invernali

 

Per saperne di più

Meglio i ceci oppure i fagioli (o le lenticchie)?

Meglio i ceci oppure i fagioli (o le lenticchie)?

C’è forte “competizione” nella famiglia dei legumi, dicono gli autori

 

Per saperne di più

Buono a sapersi