Verdure, in estate è acqua da mangiare

Quali ne contengono di più

In estate le verdure di stagione possono aiutare a mantenerci ben idratati grazie al loro altissimo contenuto di acqua.

Nei mesi in cui fa più caldo e si suda di più, magari si fa più attività fisica, si deve reintegrare una maggiore quantità di liquidi persi. Un ottimo modo per garantirsi il giusto apporto di acqua può essere anche quello di “mangiarla” portando a tavola quei cibi che ne sono naturalmente più ricchi, come le principali verdure di stagione. A luglio nei reparti di ortofrutta svetta il cetriolo, il prodotto della terra con il maggior contenuto d’acqua fra tutti gli ortaggi e le verdure. Su 100 grammi di prodotto edibile sono ben 96,5 i grammi di acqua. Sul podio, a pari merito, i ravanelli e la lattuga da taglio con 95,5 gr di acqua.

Lontano dai fornelli

Per completare un piatto di verdure invitanti, colorate e soprattutto idratanti, puoi aggiungere i pomodori, che portano in dote intorno ai 94 gr di acqua (questo è il contenuto dei pomodori maturi, leggermente più alto quello dei pomodori da insalata e della varietà San Marzano); le carote, con 91,6 gr di acqua e qualche gambo di sedano (88,3 gr/100 gr di prodotto).

E se con il caldo la voglia di cucinare diventa più esile, perché non provare a mangiare qualche verdura di stagione, che solitamente cucini, così al naturale Un esempio? Le zucchine crude, un ottimo ingrediente per un’insalata condite con olio e limone.

Commenti

commenti