Orecchiette con le cime di rapa

941946729941599942_289615160

17 mar Orecchiette con le cime di rapa

Di stagione a: Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile
Tempo di preparazione: 45 minuti

Ingredienti per 3 persone (ingorde)

Broccoletti-copertinacime di rapa  (3 mazzi, 1-1,5 kg )
acciughe (8-10)
aglio (2 spicchi)
– peperoncino q.b.
– orecchiette artigianali (300 g)
– sale e olio evo q.b.

Premessa

Avete presente le difficoltà cui il 99% dei genitori va incontro per far mangiare le verdure ai propri bambini piccoli e non? Ecco, io non ho figli ma ho una mamma che mi fa fare la stessa fatica con l’aggravante che lei ha decenni di esperienza nell’accampare le scuse più improbabili, tipo che non digerisce le verdure crude. L’altro giorno al mercato  ho visto che un banchetto aveva ancora una catasta di cime di rapa bellissime e freschissime che avrebbero fatto proprio al caso mio: da una parte sono con tutta probabilità le verdure preferite di mia madre, dall’altra mi avrebbero risolto con facilità sia un pranzo che una cena così ne ho presa una quantità apparentemente spropositata. L’unico difetto dei  broccoletti sta nella loro pulizia: avendo gambi molto fibrosi bisogna separarli dalle foglie e dalle infiorescenze, cosa che può portare via un po’ di tempo e spesso vi farà rendere conto che sarebbe stato meglio arraffarne un mazzo in più quando ne avevate l’occasione.

Per questa ricetta vi suggerisco di dividere le foglie più grandi e robuste dalle cimette più tenere: le prime sono perfette per essere mangiate separatamente come contorno, mischiate in una frittata o una padellata con delle salsicce o per farcire una piadina, le seconde saranno le star della nostra ricetta ma nulla vieta di aggiungere anche una manciata delle prime all’acqua di cottura. Andateci piano con aglio e peperoncino, non devono prendere il sopravvento sul sapore dei broccoletti!

Preparazione

Photo credits: Elisabetta Longo

– Fate bollire un pentolone di acqua e salatela generosamente. 

-Intanto pulite i broccoletti separando le foglie più carnose da quelle più piccole e trattate con cura le delicate infiorescenze. I gambi più grossi e nodosi possono essere puliti dai rivestimenti esterni e fibrosi e tagliati a pezzettini. La parte bianca, una volta cotta, arricchirà il sugo. Lavate con cura più volte per togliere ogni residuo terroso.

– Buttate in pentola le foglie più robuste contemporaneamente alle orecchiette. 

– In una padella con un filo di olio aggiungete 4-5 acciughe spezzettate e fatele sciogliere a fuoco dolce. Tritate o tagliate a metà l’aglio e aggiungetelo in padella per farlo cuocere brevemente a fuoco bassissimo. Aggiungete un pizzico di peperoncino secco macinato e spegnete il fuoco.

– 5 minuti prima di scolare la pasta buttate in pentola anche le foglie più tenere e le infiorescenze e aggiungete altre 4 acciughe spezzettate al sugo, questa volta senza farle sciogliere.

– Riaccendete il fuoco sotto la padella del sugo e scolate la pasta con le verdure. Conservate un po’ di acqua di cottura per mantecare.

– Ripassate tutto in padella aggiungete un mestolo scarso di acqua di cottura se il sugo vi sembra troppo asciutto.

– Servite subito aggiungendo un po’ di peperoncino fresco e un filo di olio extra vergine a crudo. 

– Pentitevi amaramente di non aver comprato 5 chili di cime di rapa e di non averne buttati altrettanti di orecchiette. 

(scopri qui tutte le ricette di Claudia)

 

3 canzoni (per quando sei ai fornelli)



Photo credits: Elisabetta Longo