L’increspatura di un’onda

devushka-ryzhevolosaya-veter

23 feb L’increspatura di un’onda

È tenace, combattiva e molto testarda. È indipendente, una di quelle che vivono da sole e sono abituate a cambiare la lampadina o la pila dell’orologio, tra una spesa e una lavatrice da stendere.

È una persona colta, allegra, forte e disponibile con tutti. Ogni tanto ha qualche cedimento, mai di fronte agli altri però. Anche a lei capita di piangere. Ma questo, solitamente, accade al buio, di notte, quando la luce è spenta e la porta socchiusa. E lei è sola. Fino al mattino successivo, quando una nuova giornata ha inizio.

Come un seme trapiantato in pieno campo che ha bisogno dei raggi di sole per cominciare la giornata, lei è pronta a ripartire con caffè, fondotinta e copriocchiaie, con il vestito ocra sui leggins colorati; una mano tra i riccioli indisciplinati, di un rosso brillante, un’occhiata alla borsa piena all’inverosimile ed è pronta a partire, ombrello da pioggia, chiavi di casa e via sull’autobus che la porterà a lavoro.

resnicy-vesnushki-ryzhevolosaya (1)Un ultimo sguardo sempre, prima di uscire, alla foto del paesino da cui proviene: un paese di mare, dove l’elemento di spicco è proprio quel mare che si infrange, quieto, sulla spiaggetta non lontana dalla casa dei suoi genitori.

Al presente, invece, la attende una giornata tra i suoi alunni, poi un’occhiata a casa della zia a cui porta la verdura fresca del mercatino, un salto dall’amica che non sa a chi lasciare la bambina mentre deve sbrigare delle commissioni. Non c’è mai una giornata tipo, ad alcuni impegni se ne sostituiscono altri, il centro per disabili dove fa volontariato si alterna con lo joga, oppure con il cineforum, o ancora con il gruppo di lettura. Non piace a tutti questo suo rincorrere tanti interessi diversi; ma il suo carattere, sempre così deciso e solare, la porta a ignorare queste critiche e a scegliere ed inseguire sempre quello che le piace fare.

Ad una giornata piena fa seguito di solito una serata trascorsa a mettere ordine in casa, talvolta stirare, leggere un libro o una rivista, riprendere uno dei mille lavoretti manuali che ama iniziare e non sempre porta al termine. Ama il periodo autunnale, a cui segue dolcemente l’inverno: il freddo e le brutte giornate non la spaventano, perché le piace ricreare un ambiente accogliente, sicuro, tranquillo in cui poter lavorare e al contempo distrarsi. È sempre così ricca di idee, al punto che, quando si corica, sente ancora sprigionarsi energia dentro di sé, potrebbe ancora alzarsi e ballare, cucinare, cucire, scrivere, saltare…

Asteracea: è il nome della famiglia di una pianta erbacea comunemente conosciuta come radicchio.

Il radicchio è un tipo di verdura dal carattere forte e deciso. Innanzitutto nel sapore, aspro e genuino, un misto di amaro, dolce, fresco e pungente.

È deciso nell’aspetto: così arricciato e con quelle venature bianche tra le foglie rossastre, ricorda quasi l’increspatura di un’onda.

radicchio-900x500Solitamente se ne trovano due varianti: c’è quello tondo e quello a foglie allungate. Due forme per tante diverse modalità di utilizzo: è ottimo grigliato, alla brace, in padella o marinato, per le insalate. Cotto, può essere utilizzato nei primi piatti, abbinato alle carni, come ingrediente per ripieni o frittate. Mille sfaccettature per un sapore aspro, deciso, amarognolo che non tutti apprezzano. Il radicchio è deciso anche nel colore, rosso, ma anche violaceo a seconda della varietà, che richiama l’autunno e l’inverno, che poi sono le sue stagioni migliori.

Tra i più famosi ‘testimonial’ del genere troviamo il radicchio rosso di Treviso IGP (che sta per indicazione geografica protetta), che si presenta con un colore rosso scuro intenso, striature bianche, una consistenza croccante e un inconfondibile gusto delicatamente amarognolo.

(qui la scheda completa sul radicchio)

È un ortaggio ricco di acqua, fibre, vitamine e sali minerali. Talvolta sottovalutato, ha una ricchezza di proprietà che non sempre viene colta: sia nei benefici, sia nel gusto. Proprio come una donna forte, dura, impegnata e allo stesso tempo armoniosa, gentile, capace di trasmettere la sua passione per il mondo ai suoi piccoli allievi e alle persone che la circondano.

E ancora, il radicchio contiene potassio, fosforo, sodio, ferro, magnesio, manganese, rame, calcio, principi amari e sostanze zuccherine, grandi quantità di vitamine, aminoacidi e piccolissime quantità di protidi e lipidi. È insomma un mix di elementi difficile da dimenticare, in cui si mescolano colore, passione e fantasia.

(scopri qui tutti i post di Ortensia)

Photo credits: B*2

Tags: