Patatine fritte non fritte

IMG_2051

05 feb Patatine fritte non fritte

Di stagione tutto l’anno
Tempo di preparazione: 12-30 minuti

Ingredienti 

– Patate gialle (2)
– olio evo (1 cucchiaio)

– sale e pepe qb
– paprika (opzionale)

Premessa

IMG_4699Avete presente il discorso che vi facevo sulla mia fame atavica e sul desiderio inestinguibile di schifezze tipo le patatine fritte? E se vi dicessi che potrebbero perdere l’odiato status di junk food? Ho la vostra attenzione? Bene, perché oggi voglio raccontarvi come riesco a fare sia le chips che le french fries utilizzando praticamente solo un cucchiaio scarso di olio ogni due patate. Per le chips io utilizzo il metodo microonde ma sono sicura che con un paio di esperimenti per trovare la combinazione giusta tempo-temperatura potrei riuscirci anche col forno normale che, invece, utilizzo per le vere finte french fries. La triste verità è che, nonostante il ridotto contenuto di olio e il mancato doppio passaggio in friggitrice, diventeranno una droga e il calorimetro potrebbe accusare il colpo. Io vi ho avvisati… 

Preparazione delle chips

IMG_4701– Lavate accuratamente le patate e tagliatele a fette sottili 1-2 mm lasciando la buccia (se avete una mandolina la vita vi sorride). Sciacquatele abbondantemente e asciugatele con un canovaccio o della carta assorbente. 

– Prendete un piatto piano che possa essere utilizzato in microonde. Versateci un cucchiaio (scarso) di olio e distribuitelo su tutta la superficie. Approfittate della mano unta per distribuire su un unico strato le patate.

– Cuocere in microonde a 900 W per 9 minuti. Girate le patate e fate cuocere altri 3 minuti (il piatto sarà molto caldo, quindi fate attenzione). Il microonde cuoce prima la parte interna di quella esterna quindi fate attenzione a che non si brucino troppo in fretta. 

– Spolverate con del sale ed eventualmente del pepe (o paprika!) et voila!

Preparazione delle french fries

– Lavate accuratamente le patate e tagliatele in bastoncini di 0.5-1 cm di spessore o in piccoli spicchi (se vi accorgete che vi sono rimaste solo patate troppo piccole per tagliarle nella forma classica) mantenendo la buccia. 

– Cuocete a vapore finché non saranno cotte quasi del tutto, 10-12 minuti. Fatele saltare delicatamente nello scolapasta per incresparne la superficie (attenti a non metterci troppa forza o si frantumeranno).

– Ungete le patate con l’olio, aggiungete il sale, il pepe e le spezie che preferite e lasciatele asciugare completamente (passaggio fondamentale per averle croccanti. Se avete fretta e un microonde potete velocizzare l’asciugatura con un passaggio da 3 minuti a 900W). 

– Scaldate il forno alla massima temperatura (260° nel mio caso) insieme alla teglia su cui farete cuocere le patate.

– Infornate, utilizzando eventualmente della carta forno, e cuocete per 15-20 minuti girandole a metà cottura. Proseguite per altri 5-10 minuti se non avessero raggiunto la croccantezza desiderata ma tenetele d’occhio: a quella temperatura bruciano facilmente. 

– Assaggiatene una e regolate di sale e spezie. 

(scopri qui tutte le ricette di Claudia)

 

3 canzoni (per quando sei ai fornelli)