Carciofi alla giudia

carciofo-giudia-grande-verdure-di-stagione

24 feb Carciofi alla giudia

Di stagione a: Novembre, Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo e Aprile
Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti

 

Ingredienti (per 4 persone)

Carciofi romani (tondi, teneri, senza spine né paglia interna)
Aglio (2 spicchi)
– Limone (2)
– Olio per la frittura
– Sale e pepe (q.b.)

Premessa

Perché i carciofi alla giudia sono chiamati così? La tradizione nasce a Roma (e lì resta ancora oggi molto forte) in occasione della celebrazione per la comunità ebraica del Kippur (festa dell’espiazione). La ricorrenza prevede un intero giorno di digiuno, al termine del quale le famiglie della comunità a romana erano solite preparare i carciofi.

 

Preparazione

carciofo-giudia-verdure-di-stagione– Una buona parte del tempo è dedicata alla pulitura dei carciofi. Dopo il lavaggio, rimuovi le foglie esterne (più dure) e spunta la cima violetta delle foglie interne (più morbide). Accorcia il gambo e tagliane via la parte esterna fino all’attaccatura delle foglie,

– immergi i carciofi in acqua acidulata (acqua con il succo del limone) così da assicurare che il colore non si perda via e attendi 20 minuti,

– nel frattempo prepara l’olio per la frittura in quantità tale da riuscire a coprire i carciofi una volta immersi. Immergi i carciofi nell’olio e attendi la piena cottura (circa 15 minuti). Dopo questa prima frittura, lasciali riposare a testa in giù su un piatto per alcuni minuti (così da far perdere l’olio in eccesso)

– apri le foglie interne del carciofo e condisci il cuore con sale, pepe e aglio tritato,

– immergi quindi il carciofo nell’olio per la seconda frittura. Attendi solo 2-3 minuti (a temperatura più alta, così da renderlo croccante)

– raccogli il carciofo e sistemalo quindi in un piatto con carta assorbente per pochi minuti. Servilo in tavola ancora caldo.

 

3 canzoni (per quando sei ai fornelli)

 



 

Foto di Stewart, enricopalombaro

Commenti

  1. […] Diverse sono le ricette a cui il carciofo si presta, in padella, al forno o fritto (come nel carciofo alla giudia). […]